OSMIT - 2013 Meeting degli Utenti Openstreetmap Italiani

Francesco Zuccaro's picture

TEMA: 

Un pò per gioco ma in realtà non so neanche io come, da questo thread è nata la possibilità concreta di organizzare a Matera OSMIT - 2013 Meeting degli Utenti Openstreetmap Italiani e /o un workshop a tema, da tenersi indicativamente tra settembre ed ottobre.

OpenStreetMap è un progetto libero e collaborativo, nato qualche anno fa per creare una mappa mondiale delle strade del nostro pianeta, rilasciata con licenza libera (Creative Commons by-sa). Le mappe vengono realizzate dai contributori che, muniti di GPS, registrano le coordinate dei loro spostamenti (con qualsiasi mezzo “terrestre”) e sulla base dei file GPX così ricavati, disegnano le cartine che poi vengono caricate sui server di OSM.

A che serve, perchè Openstreetmap ??

Perchè mi costringe a fare un pò di sport (mountain bike, corsa, passeggiate)…

Perchè è bello ampliare riempire i database online di informazioni libere…

Perchè è un movimento di liberazione dell’informazione, sociale, con una splendida comunità…

proviamoci

Undefined

20 Comments

Alberto Cottica's picture

Io sono molto, molto ma proprio molto a favore di questa idea.

Motivo numero due (sì, proprio due. Non mi sono sbagliato): si inserisce benissimo in alcune iniziative già varate sulla candidatura:

  • a gennaio si è aperto un dialogo tra Comune e società civile per lanciare una piccola iniziativa di dati aperti a Matera. L'obiettivo alto ( e per ora lontano, ammettiamolo) dell'iniziativa sarebbe di arrivare ad aprire i dati catastali. I dati catastali sono geodati, cioè sono riferiti a posti fisici. Se hai una mappa open su cui appoggiare questi dati hai un migliore controllo di quello che avresti appoggiandoti a GoogleMaps.
  • unMonastery – sollecitato in questo senso dalla città – ha in mente di provare a fare un po' di lavoro con una forte connotazione territoriale. Per esempio, gira l'idea di una raccolta dei rifiuti parzialmente decentralizzata nei Sassi. Per fare una progettazione del genere serve... una mappa open, abbastanza flessibile da potere essere integrata e modificata. E in effetti è proprio da qui che è nata l'idea di Francesco di un mappaing party.

Motivo numero uno: non è mica un caso che iniziative diverse abbiano bisogno della stessa cosa, cioè una mappa in formato aperto. Sempre di più le decisioni si basano sui dati; e sempre di più i dati sono georiferiti. Una persona che conosco dice addirittura che "tutti i dati sono geodati". Si sbaglia, ma è un errore significativo. OpenStreetMap per me è un'infrastruttura fondamentale per una smart city, o anche solo per una pubblica amministrazione moderna. Facciamolo! Se poi si muove Napo, come dice Francesco, "tutto è possibile".

Vedo due possibilità: fine agosto, facendo un accordo con la Summer School di RENA (ai loro studenti farebbe proprio bene, ma proprio tanto, sporcarsi le mani con OSM); oppure a ottobre, quando unMonastery sarà in piedi. QUesto è per dare ai mappers un sostegno e un po' di militanza, e anche per mescolare i saperi. Che ne dite?

Ilaria d'Auria's picture

In questi giorni il comitato scientifico di RENA sta finalizzando le sessioni della Summer School. Continua la riflessione su come contaminare il territorio e non fare una cosa a sé stante che non lasci niente. Alberto, hai ragione: 30 valorosi studenti pottebbero contribuire all'open mapping e far parte di un progetto piu ampio come questo qui. Sarei ben felice di fare da portavoce di questa proposta. La settimana del 15 abbiamo una skype call, potrebbe essere l'occasione per iniziare a parlarne?

Alberto Cottica's picture

Senti, Ilaria (e tutti, specialmente Francesco). Secondo me questa cosa di RENA ha senso anche se OSMIT non si fa a Matera. Diventa ancora più sostenibile: voi come SummerSchool invitate Napo a fare una lezione su geodati e intelligence del territorio (che vi fa solo bene). Oltre alla lezione, ci si prende una mezza giornata e, con il supporto della comunità OSM locale – e speriamo anche un po' di pugliesi – facciamo un mapping party. Io – se RENA mi re-invita – lo faccio stravolentieri. Che ne dici?

Raffa Pontrandolfi's picture

La prossima settimana incontrerò Massimiliano Burgi (architetto) che sto aiutando per una mappatura di luoghi culturali (ma non solo) utile al dossier di candidatura. Per fare questo, Massimiliano e il Comitato stanno chiedendo la collaborazione del Comune (l'incontro è fissato per la settimana prossima), che è comunque interessato alla realizzazione della mappa che è possibile implementare con altri dati utili.
Ho già parlato con Massimiliano e con Giovanni Padula (membro del Comitato Scientifico) dell'idea di utilizzare openstreetmap per la creazione della mappa. Lo farò anche la settimana prossima, all'incontro con i referenti del Comune e comunque con Paolo Verri e Rossella Tarantino, appena ne avrò la possibilità.

Ilaria d'Auria's picture

Domanda: ma deve per forza essere fatto in una volta oppure si puo immaginare di organizzare piu sessioni di OpenMapping? 

Raffa Pontrandolfi's picture

Il meeting potrebbe essere organizzato alla Mediateca, con il supporto del Comune e/o del Comitato.
Quante persone approssimativamente, partecipano al meeting? se lo organizzassimo, cosa vi servirebbe, oltre alla sala per i lavori del meeting?
Francesco puoi fare una verifica della fattibilità dell'evento qui a Matera con la comunità OSM?

Che bello! ;)

Raffa Pontrandolfi's picture

Valutiamo la fattibilità dell'iniziativa qui a Matera, anche con l'aiuto di Napo.
La disponiblità della sede c'è. Quale sia, in questo momento è sicuramente prematuro saperlo. Ma sicuramente deve essere dotata di wi fi funzionante ;)

Ilaria d'Auria's picture

Lunedi 13 c'è una Skype call con il CS di RENA per definire il programma della summer school che si terrà a Matera il 25-29 Agosto. Ne parlo?

Alberto Cottica's picture

Non mi pare ci sia nulla di perdere a parlarne! Prova, poi sulla base di quello che ti dicono valutiamo il da farsi. Alla peggio c'è sempre l'ipotesi unMonastery, che va all'autunno.

Ilaria d'Auria's picture

Mi sembra che stia emergendo un fil rouge che è quello di una serie di iniziative di piccola scala che partano dai cittadini, dagli attivisti, dalla gente comune e che bypassi l'amministrazione per tutto cio che è raccolta di materiale e di contenuti. 

Che sia la proposta di Luca, che sia quella di Francesco, stanno emergendo piccoli pezzi di percorsi che partono da questa community, generano collegamenti con altri progetti o altre reti altrove e poi possono essere realizzate sul territorio avvalendosi anche di strumenti online. La forza della rete in questo caso (e non solo) è fondamentale.

Allora perché non pensare anche a TRAILMEUP

Sono sempre più convinta che il software del nostro territorio puo essere nutrito e innovato al di là delle amministrazioni, al di là della candidatura: se siamo bravi possiamo veramente sfruttare questa piattaforma per organizzarci con i nostri piccoli mezzi e realizzare cio che abbiamo in mente unendo  le risorse umane sul posto, le reti che ognuno di noi sviluppa giorno dopo giorno, e i fantastivi strumenti tipo TrailMeUp o OpenStreetMap in cui ci imbattiamo. 

 

 

napo's picture

Come forse avete visto l' evento del 2013 si  terra' in Trentino - http://conf.openstreetmap.it
pero' ... non sarebbe male ragionare per l'evento del 2014.
Per tale ragione vi chiedo di pensarci bene da qui al 4 ottobre, in modo che magari qualcuno di questa comunita' sale a Rovereto(TN) e annuncia che l'evento 2014 si fara' a Matera. Chiaramente, fatto l'annuncio, si prende l'impegno :)

La mia e' chiaramente solo una proposta.

Ida Leone's picture

"Bisogna stare attenti a cosa si sogna, perché puó avverarsi" :) Vi scrivo in diretta da Rovereto, dove si sta tenendo il raduno nazionale degli Open Stree Mappers 2013. Ho avuto il piacere e l'onore di presentare qui la candidatura di Matera ad ospitare il raduno nazionale 2014, e ho il piacere e l'onore di annunciarvi che la candidatura é stata accolta per acclamazione :)))

Quindi cari ragazzi vi aggiorno a breve coi dettagli orgamizzativi (é presto, se ne parla fra un anno, peró cominciamo ad affrontare alcuni nodi). Anzi, io aprirei un'altra missione, ma lascio questo onore a Francesco Zuccaro, che mi é mancato molto qui ma che é stato molto citato (insieme a Piero e a tutta la community, ovviamente)

WE GOT IT!!!